eLea S.p.A. in Amministrazione Straordinaria - Linee Guida

Linee Guida – Elea2017-11-27T17:14:51+00:00

LINEE GUIDA PER LA NOMINA DEI CONSULENTI DELLA

PROVINCIA ITALIANA CONGREGAZIONE DEI FIGLI DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE

IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

Al fine di assicurare ai creditori la massima trasparenza informativa circa gli incarichi professionali di varia natura conferiti dalla Provincia Italiana Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione in Amministrazione Straordinaria (“PICFIC” o “Procedura”), in osservanza della Legge 28 dicembre 2015 n.  208 (Legge di Stabilità 2016), in questa parte si provvede, a redigere alcune considerazioni di carattere generale al fine di illustrare sia la particolarità della Procedura PICFIC e, conseguentemente, le motivazioni sottostanti il coinvolgimento di consulenti, soprattutto legali e contabili, sin dall’inizio dell’apertura dell’amministrazione straordinaria, sia i criteri che sono stati adottati nel caricamento sul sito internet dei dati circa gli incarichi conferiti.Tale caricamento è stato suddiviso in due specifiche sezioni:

  • l’una dedicata a tutti gli incarichi in corso alla data del 31.12.2015;

  • l’altra, ora obbligatoria ai sensi della Legge anzi citata, dedicata agli incarichi conferiti dal primo gennaio 2016.

QUADRO GENERALE

  1. All’atto di insediamento i Commissari Straordinari hanno dovuto constatare una situazione di estrema complessità delle aziende ospedaliere sia sotto il profilo operativo che amministrativo. In particolare, la contabilità sociale era tenuta con modalità non idonee alla dimensione e alla complessità delle stesse e, inoltre, non risultava aggiornata. Basti pensare che il sistema contabile era completamente inappropriato per gestire le numerose registrazioni giornaliere. Tale situazione non riguardava solo la parte amministrativa ma anche quella di gestione del personale;

  2. non erano mai state introdotte specifiche procedure interne atte a verificare il rispetto degli adempimenti previsti dalla normativa fiscale e giuslavoristica. Inoltre, il personale dipendente con mansioni amministrative e di pay roll non aveva idonee competenze specifiche e spesso il livello di preparazione non era adeguato alle mansioni affidate;

  3. oltre alle strutture ospedaliere IDI e San Carlo, le altre aziende nel perimetro dell’Amministrazione Straordinaria erano costituite sia dalle due Residenze Sanitarie Assistenziali Velletri e Montefiascone, sia da alcune case di carità ed enti assistenziali sparsi su tutto il territorio nazionale. Alla data di insediamento, la contabilità e la gestione del personale di tali realtà era tenuta parzialmente presso gli enti stessi e presso il centro elaborazione dati centrale, situato in Roma.

Tale situazione, certamente peculiare e di difficilissima gestione è stata in gran parte ad oggi risolta attraverso (i) l’assunzione di un nuovo Direttore Amministrativo, il quale lavora ancora ad oggi per la Procedura supportando i Commissari Straordinari nell’attuale fase liquidatoria, (ii) la sostituzione di tutto il sistema informatico di gestione dei dati e (iii) la nomina di alcuni consulenti per le attività di verifica sui dati e sugli adempimenti contabili e relativi al personale dipendente.

COINVOLGIMENTO DI FIGURE PROFESSIONALI ESTERNE

In relazione alla nomina dei consulenti, necessari per la fase iniziale della Procedura, sono stati seguiti rigorosi criteri di selezione, condivisi con gli Organi di Vigilanza.

Di tali consulenti, ad oggi, sono rimasti solo i seguenti, entrambi con un contratto di assistenza annuale:

  • Studio dell’Avv. Rosario Salonia per tutte le problematiche giuslavoristiche, trattative sindacali e cause di lavoro. Ancora oggi tali problematiche sono quotidiane e riguardano richieste continue di dati e informazioni, contestazioni e contenziosi;

  • Studio Pirola Pennuto Zei per tutti gli adempimenti fiscali, anche di carattere straordinario, poiché si è reso necessario presentare varie dichiarazioni integrative, considerate le problematicità illustrate nella parte che precede.

Alla chiusura dell’attività gestoria, terminata con la vendita dei complessi Ospedalieri e delle Residenze Sanitarie Assistenziali, nonché della riconsegna delle case di carità ed assistenziali, PICFIC è rimasta, da un lato, completamente priva di personale amministrativo (il Direttore Amministrativo di cui si è detto è passato alle dipendenze della Procedura solo ad agosto 2015) e, dall’altro, con moltissimi adempimenti di carattere contabile e di pay roll ancora da svolgere.

Per fare fronte a tali adempimenti, in questa fase particolarmente delicata e complessa, è stato dato incarico, sempre previa autorizzazione del Comitato di Sorveglianza, alla società Deloitte Financial Advisory Srl di supportare la Procedura sia dal punto di vista del distacco temporaneo di personale sia e, soprattutto, al fine di coadiuvare i Commissari Straordinari nella redazione della situazione contabile alla data di cessione dei complessi aziendali, con la relativa certificazione di controllo sui principali conti. L’aggiornamento della contabilità è, allo stato, ancora in corso e tale incarico terminerà entro il prossimo semestre.

Inoltre, si è proceduto al conferimento di incarichi di consulenza tecnica specifici di carattere urbanistico alla società Protos e all’Arch. Carlo Luigi Conti-Vecchi, in quanto la precedente gestione degli Ospedali e RSA non ha regolarizzato in Catasto e presso i vari Enti le posizioni degli immobili di proprietà, in alcuni casi anche da decenni. Tali problematiche sono del tutto peculiari e la loro risoluzione è necessaria ai fini della cessione di tali beni.

Nel frattempo, i Commissari Straordinari hanno implementato la struttura della Procedura presso nuovi uffici e si sono dotati di personale dipendente diretto, al fine di evitare in futuro, per quanto possibile, l’utilizzo di consulenti o, della formula utilizzo temporaneo di personale, che reputano più dispendioso.

In relazione al contenzioso, la maggior parte dei legali e difensori della Procedura sono stati selezionati ed officiati in data antecedente al 31 dicembre 2015. I legali ed il contenzioso sono coordinati da un consulente con contratto sino al 14 giugno 2016.Si valuterà, alla scadenza del menzionato termine, l’esigenza di confermare l’incarico.

LINEE GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DELLE SEZIONI

  • L’elenco della “Sezione Incarichi in corso al 31.12.2015” è stato suddiviso per tipologia e riguarda sia i contratti di consulenza annuali, sia quelli a termine, sia, infine, quelli legali per i contenziosi di carattere civile, amministrativo, penale e giuslavoristico;

  • in tale sezione, pertanto, verranno indicati tutti gli incarichi in corso, per tali materie alla data suindicata;

  • nella “Sezione incarichi dall’01.01.2016” (di cui all’art. 1 co. 675 ex L. n. 208/15) verranno invece riportati solo gli incarichi nuovi conferiti dal 1^ gennaio 2016 e, man mano che si rinnoveranno, alla scadenza, gli incarichi annuali, per ora, riportati nella sezione “Incarichi in corso al 31.12.2015”;

  • il criterio guida relativo agli incarichi in rinnovo sarà quello, ove ve ne sia ancora la necessità, di confermare il consulente in precedenza nominato per il fatto che ha piena conoscenza delle questioni e sarebbe antieconomico e non conveniente per la Procedura rivolgersi ad altri professionisti;

  • per quanto riguarda la nomina dei legali per la gestione del contenzioso:

  1. ove si tratti di sviluppi o contenziosi analoghi per soggetto o materia, ad incarichi già conferiti prima del 1^ gennaio 2016, per ragioni di opportunità ed economicità – essendo, lo si ripete, questioni già trattate – si tenderà a confermare, in continuazione, gli stessi professionisti;

  2. ove si tratti di questioni nuove, (come appena verificatosi per le azioni revocatorie art. 67 2^ co. L.F.) si procederà a raccogliere e valutare più proposte, nominando professionisti diversi.

  • Sempre in relazione alla gestione del contenzioso attivo, per questioni legate alla Legge sulla Privacy e per opportunità anche di strategia processuale, nell’indicare l’oggetto dell’incarico verrà omesso il nominativo del convenuto, così come degli imputati nei procedimenti penali;

  • sempre nella sezione “Incarichi dall’01.01.2016” è stata utilizzata una griglia che riflette le informazioni richieste dalla Legge, ed in particolare:

  1. nome del consulente professionista/legale con data conferimento incarico, l’oggetto della prestazione, la ragione dell’incarico, la durata, il compenso, la procedura di selezione, il numero dei partecipanti;

  2. per i curriculum vitae si è prevista, invece, una apposita sezione nel sito dedicata al caricamento di tutti i curriculum dei professionisti nominati, anche quelli con incarichi ante 1^ gennaio 2016.